lunedì 30 agosto 2010

Ciambelle

Donuts

Il rumore della porta d’ingresso gli aveva fatto aprire anche l’altro occhio. Ormai aveva preso l’abitudine di dormire un occhio alla volta quando lei non c’era. Si preoccupava anche se non ce n’era motivo, ma son quelle cose che vanno oltre la razionalità. Durante la notte pensava e ripensava che restare sveglio in un letto non avrebbe certo aiutato lei a tornare sana e salva dal lavoro. Come sempre era solo un suo problema. Stare insieme a lei lo faceva sentire finalmente completo e senza si tornava a quell’inquietudine, a quel senso di mancanza che provi quando ti rendi conto di essere presente in questo mondo e di non contare assolutamente un cazzo. C’è chi si realizza con il suo lavoro, chi con sveltine raccattate poco prima della chiusura della discoteca e chi si sentiva meglio vivendo la propria vita con la persona giusta. Non c’è nulla da vergognarsi, si giustificò poco prima di dirle che l’amava. C’è solo da accettarsi.

E ora stava chiudendo entrambi gli occhi perché non voleva che lei pensasse di essere la causa di quella strana insonnia. Chiuse gli occhi e respirò l’aria riempita dal profumo di cornetti e ciambelle appena sfornate. Si sentiva già molto meglio e ascoltare i suoi passi provenire dalla cucina era come ascoltare una ninna nanna che ti diceva dolcemente che di lì a poco avresti potuto finalmente riposare.

“Hei”, salutò il suo sorriso, “ciao”, risposero i suoi occhi. La sentiva masticare, aspettò che appallottolasse frettolosamente la carta sul comodino e le chiese se si fosse ricordata di comprare anche le ciambelle. Lei passò il suo dito zuccherato sulle labbra e poi lo baciò.

“Posso?”

Stretta nel suo abbraccio la sentiva intrufolarsi tra le sue braccia e nei suoi sogni. Con gli occhi chiusi un bacio sembra durare sempre di più.

 

Music on air: Del Amitri – Tell her this

2 commenti:

cioppy ha detto...

ecco. magari se ieri se non avessi incontrato nessuno non sarei venuta a leggere sta pagina qui. e magari sarei ancora qui a dire che "no, non ho bisogno di nulla"...

chissà. magari avevo solo bisogno di ricordare per mezz'ora che l'insonnia a volte si dovrebbe subire in due, chesennò oltre alle occhiaie nascono anche le fregature.

bel post, complimenti.

h ha detto...

.. complimenti

Altri Post

Related Posts with Thumbnails